INCONTRO IN SENATO CON IL M5S

Dopo aver incontrato nei giorni scorsi il Segretario Particolare del Premier Giuseppe Conte, Dott. Andrea Benvenuti, ho accolto l’invito del Capogruppo al Senato del M5S, Gianluca Perilli, di incontrarlo per discutere della Legge 189/04 che purtroppo ad oggi non manda in carcere chi maltratta ed uccide gli animali.
Il Senatore, primo firmatario della proposta di legge #ProteggiAnimali mi ha illustrato il lavoro fatto fino ad oggi, ma ha voluto capire perché io considerassi non efficace la sua proposta di legge, visto che con il massimo edittale di 5 anni, la persona ritenuta colpevole non varcherà mai la soglia del carcere.
Ho chiesto quindi al Senatore di aumentare gli anni, portandoli almeno a 7 (sette), prevedendo l’arresto obbligatorio in flagranza di reato, dando così la possibilità al Giudice di intervenire con più fermezza contro chi commette i crimini sugli animali.
So perfettamente che le procedure di modifica di una legge non sono ovviamente una passeggiata, ma qualcuno ha capito che dietro le mie istanze c’è un popolo che aspetta risposte.
Ammetto che ho avuto una bellissima impressione del Senatore Perilli (che ho scoperto essere vegetariano) e del collega Arnaldo Lomuti, attuale Vice Presidente della Commissione Giustizia, che vedete alla mia sinistra.
Non voglio promettere nulla, anche perché non sono un Parlamentare (almeno per adesso), ma sono convinto che chi usa violenza sui nostri amici animali comincia ad avere, realmente, le ore contate.

Condividi il post

Articoli correlati

Randagismo

Accade così che quel povero animale indifeso viene messo alla porta e fatto uscire di casa, magari lasciato davanti un

Leggi di più

Vita Vegan

Il 6 % degli italiani ha scelto di vivere vegan. Tra i nostri obiettivi, il nostro massimo impegno a promuovere

Leggi di più
Torna in alto